Architettura e design Blog Home

La nuova università di J Mayer H, a Düsseldorf, trae ispirazione dall’ex stazione merci su cui si trova

La FOM University è la più grande università privata della Germania con oltre 42.000 studenti e 31 sedi in Germania, nonché avamposti in Lussemburgo e Cina. Conoscendo la più grande facoltà di economia e scienze economiche del paese, la scuola ha gradualmente ampliato le proprie dimensioni nel corso degli anni, imponendo loro di aggiungere una nuova struttura per la Business School di Düsseldorf.

©David Franck

Il nuovo edificio accademico di 8.000 metri quadri, che ospita auditorium, aule per conferenze e sale per seminari, ospiterà 1.500 studenti più il personale di servizio. Situato in “Le Quartier Central”, la nuova sede è stata progettata da Jürgen Mayer H. L’architetto e artista tedesco – il cui portfolio si estende da numerose mostre e installazioni, a progetti di pianificazione urbana su vasta scala e edifici pubblici – è diventato noto per i suoi accattivanti lavori.

©David Franck

L’edificio universitario mostra l’influenza del precedente uso del sito come scalo ferroviario nei suoi elementi di facciata che ricordano tracce, ponti, rampe e collegamenti pedonali, mentre l’infrastruttura industriale è evocata dalla sua esagerata circolazione esterna.

©David Franck

Una piattaforma che si estende dal fronte dell’edificio per incontrare un ponte vicino forma una connessione tra l’università e il contesto urbano circostante. Le scale e i balconi antincendio sono scolpiti nelle facciate o sporgono verso l’esterno per migliorarne la forma scultorea.

©David Franck

I pannelli metallici lisci scorrono all’ esterno in fasce orizzontali che collegano le scale e avvolgono le aperture contenenti le finestre. Le forme lisce e scultoree sono comuni in molti progetti dello studio di Jürgen Mayer H, tra cui una casa nei pressi di Stoccarda che assomiglia a una testa di dinosauro e un’installazione che presenta enormi forme fluide dove i bambini si possono arrampicare al centro visitatori Volkswagen di Wolfsburg.

©David Franck
©David Franck
©David Franck
©David Franck

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *