Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

Volevo fare l’architetto di Carlo Gibiino

 Carlo Gibiino – Volevo fare l’architetto    Questo è un libro che consiglio a tutti coloro che vogliono fare l’architetto oggi in Italia, Come Carlo Gibiino vi farà capire lungo queste pagine, è un mestiere tenuto in sempre più scarsa considerazione. Il libro lo consiglio, oltre per la ricchezza di spunti, tutti autobiografici, perchè, cosa rara in […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

16 – Volevo fare l’architetto ultima parte

Dunque i problemi relativi alla professione di architetto sono molteplici, da una legislazione disattenta alla mancanza di una educazione culturale da parte della committenza, dall’inesistenza di un percorso universitario di qualità ad uno Stato padrone che esige ma non concede, se oggi sono un architetto non devo ringraziare nessuno tranne i miei genitori che hanno […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

15 – Volevo fare l’architetto parte 2

Nell’ambito della professione di architetto entrano in gioco anche l’inesistenza di una educazione culturale da parte dei committenti i quali pretendono di essere loro i direttori dei lavori e l’architetto serve solo per mettere un timbro e sbrigare tutte le infinite incombenze burocratiche. E’ la committenza che pretende di decidere tutto al tuo posto anche […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

14 – Volevo fare l’architetto

Da parecchio tempo, una domanda “turba” il mio pensiero quotidiano, chi è l’architetto? Ma soprattutto che mestiere svolge? Non mi è certo difficile pensare immediatamente al mondo dell’edilizia, mettendo per un attimo da parte la sua etimologia greca, e prendendo invece per corretta quella “moderna”! Prendo dunque in considerazione, le sue origini più fanciullesche, e […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

13 – Distopia architetturale (parte3)

Altro esempio tutto siciliano è Gibellina, distrutta dal sisma del 1968, insieme agli altri paesi della Valle del Belice ha rischiato che, un progetto del governo, la facesse diventare un unico grande agglomerato industriale. La “nuova” Gibellina sorge a 18 chilometri di distanza dai ruderi della vecchia città localizzata su un terreno pianeggiante in prossimità […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

12 – Distopia architetturale (parte2)

Un nuovo approccio alla progettazione urbana, fa assumere ai bambini un ruolo determinante, in quanto portatori di idee, esperienze ed esigenze diverse, fino ad oggi mai ascoltate, potenzialmente molto creative e garanti di una migliore qualità della vita anche per gli adulti. In tale processo diventa fondamentale il rapporto periodico fra bambini, cittadini, associazioni e […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

10 – Saper leggere il territorio: valorizzazione dell’arte e dell’architettura

Promuovere la trasparenza e la qualità dell’architettura, incentivare la creatività e l’innovazione, dare centralità al benessere dei cittadini e dell’ambiente sono i giusti presupposti per arrivare ad una conclusione legislativa. In Sicilia, siamo un passo avanti, almeno sulla carta, rispetto alle altre Regioni, poiché la Legge Regionale 12 Luglio 2001 n. 12, “Disciplina dei contratti […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

09 – Perché in Italia non possiamo godere della qualità in architettura

Bruxelles, 12 gennaio 2001, il Consiglio dell’Unione Europea afferma che:         a) l’architettura è un elemento fondamentale della storia, della cultura e del quadro di vita di ciascuno dei nostri paesi; essa rappresenta una delle forme di espressione artistica essenziale nella vita quotidiana dei cittadini e costituisce il patrimonio di domani;   […]

Volevo fare l'architetto Il mio primo libro

08 – L’Italia non è più un paese per architetti

“Con il decreto Sblocca Italia DL. 133/2014, molto ridotto, il Governo Renzi – come peraltro accade tutti i giorni agli architetti italiani – ha sbattuto contro il muro della burocrazia conservatrice che ha mortificato e modificato il progetto di introdurre misure concrete per porre rimedio alla condizione delle città, del mercato dell’edilizia, degli architetti e […]