Architettura e design

Lane 189 by UNStudio, Shanghai, China, 2016

Descrizione testuale fornita dagli architetti: Lane 189, situata nel distretto di Putuo nel centro di Shanghai – di fronte al parco Chang Shou e vicino al Tempio del Buddha di Giada – è progettata per fornire una destinazione di stile per i giovani professionisti di Shanghai. Lane189 combina spazi commerciali, ristoranti e uffici in un’organizzazione che riorganizza il tipico centro commerciale in un centro urbano verticale e offre opportunità per fare shopping, passeggiare, mangiare, riunirsi e rilassarsi.

© Eric Jap

Il design incorpora elementi della “vecchia Shanghai” attraverso la geometria, il modello e la materializzazione e li combina con un’esperienza urbana contemporanea, creando così una destinazione con un tocco tipicamente Shanghai.

Le qualità esistenti dell’ambiente urbano immediato, che comprendono ristoranti di piccole dimensioni e boutique, si riflettono nell’edificio in cui sono impilate verticalmente all’interno dell’involucro con destinazioni programmatiche che possono essere viste dal livello della strada.

© Hufton + Crow

All’interno, elementi della vita di strada sono mescolati con le caratteristiche dello stile di vita cinese e sono distribuiti in tutto l’edificio. L’organizzazione dell’edificio incoraggia il visitatore a passeggiare ed esplorare i diversi livelli del complesso, dove gli spazi commerciali seguono un layout aperto e sono circondati da piccoli chioschi.

La facciata è progettata per supportare il concetto generale di progettazione di una facciata programmata e per creare profondità all’involucro dell’edificio. L’uso di componenti a più strati consente una varietà di viste verso l’ambiente circostante, fornendo allo stesso tempo una trasparenza funzionale in aree localizzate in modo specifico.

© Hufton + Crow

Basati su una griglia esagonale, i componenti della facciata seguono la geometria articolata dell’edificio e offrono prospettive in continua evoluzione.

Una transizione graduale dei componenti della facciata da più grandi a quelli più piccoli regola l’esposizione dell’interno verso l’esterno e migliora l’ingresso principale dell’edificio. La facciata diventa quindi uno strato attivo integrato che può assumere forma di finestra, punti panoramici o balconi.

© Hufton + Crow

Sulla facciata inferiore una griglia esagonale è costituita da pannelli a forma di diamante che sono legati tra i perni che formano un sistema di rivestimento in tensione. Qui la disposizione dei componenti può cambiare attraverso la facciata da singolo strato a triplo strato, fino ad una profondità di 400 mm. Realizzati con materiali diversi e illuminati da LED RGB, questi pannelli creano diversi effetti visivi: trasparente o opaco, colorato o monocromatico, riflettente o opaco.

© Hufton + Crow

L’interno del Lane 189 ruota attorno ad un vuoto centrale che taglia il volume dalla base alla cima ed è caratterizzato da una serie di “plateaus” arrotondati. Se visti da sotto assomigliano a una struttura organica a strati coesivi, tuttavia quando si osserva dall’alto essi vengono rivelati.

© Hufton + Crow
© Hufton + Crow
© Hufton + Crow
© Hufton + Crow
© Hufton + Crow

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *