Architettura e design

“Growmore”: Sistema di giardinaggio urbano per costruire mini fattorie locali

Come risposta alla frenetica vita cittadina, GrowMore è un progetto modulare di giardinaggio urbano con infinite configurazioni per adattarsi anche agli spazi più inaspettati. Progettato dagli architetti Danesi Sine Lindholm e Mads-Ulrik Husum, il kit di costruzione modulare offre un’opportunità per l’interazione sociale e la vegetazione coltivata localmente, ricordando alle persone di fermarsi e connettersi con la natura.

© Daniel Ruiz

La combinazione di sole sei forme di compensato di base e scatole di fioriera può essere utilizzata per costruire qualsiasi tipo di struttura, dai “nidi” circolari agli schermi a zig zag. Il trucco è un “giunto cardanico” circolare che utilizza bulloni M8 per fissare elementi con diversi orientamenti. Quindi gli stessi pezzi possono essere usati per creare diversi tipi di configurazioni.

© Daniel Ruiz

“È come un sistema Lego”, ha detto Lindholm in un’intervista. “Le parti possono essere ruotate verticalmente e orizzontalmente, quindi è totalmente flessibile, può davvero essere un “freestyle” e costruire tutto ciò che si vuole”. Il design è stato anche rilasciato dai designer come un sistema open-source, il che significa che chiunque può utilizzare e adattare il design alle proprie esigenze e produrre i componenti.

© Daniel Ruiz

Un giardino in 3D è la soluzione ideale per massimizzare l’uso dello spazio per coltivare le nostre piante in una città dove lo spazio esterno di solito è un premio. Lindholm e Husum hanno già affrontato questo stesso problema; Growroom era un giardino sferico fai-da-te sviluppato con il laboratorio di innovazione Space10 di IKEA nel 2016, per promuovere la produzione alimentare locale. Sviluppandosi sul design modulare del giardinaggio urbano, GrowMore offre un sistema adattabile a seconda del sito e delle esigenze.

© Daniel Ruiz
© Daniel Ruiz

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *