Architettura e design

ARCHITETTURA E CINEMA – “Brazil” – di Carlo Gibiino

Architettura e cinema sono due forme d’arte abbastanza diverse ma complementari, i film creano spazi cinematici per raccontare una storia, l’architettura crea spazi quali città ed edifici nei quali le persone vivono ed interagiscono. Contestualmente il film sembra essere l’unico mezzo adatto a rappresentare lo spazio-tempo nel quale persone, automobili ed ambienti fluttuano in un contesto in continua evoluzione. Architettura e cinema sono due forme, due essenze che si influenzano a vicenda come il ritratto di due personalità intellettuali che dialogano tra loro. Il cinema ci porta dentro e fuori gli spazi vissuti e viventi o “futurubilmente” vivibili. Nel corso di questa rubrica vedremo quali sono i film che hanno influenzato l’architettura e che sono stati influenzati dall’architettura.

Brazil, Terry Gilliam, 1985

«Da qualche parte nel Ventesimo Secolo» il mondo è governato da meschinità e burocrazia. Il protagonista è Sam Lowry, un umile impiegato del Ministero dell’Informazione che ha frequenti sogni ad occhi aperti, dove vede se stesso indossare un’armatura alata e salvare una misteriosa fanciulla.

Il film è stato girato in diverse location in vari luoghi d’Europa. L’architettura presente nella pellicola è abbastanza variegata nelle forme e nelle espressioni. Dallo stile decadente della casa di Lowry, al brutalismo della stanza degli interrogatori del Ministero dell’informazione.

Nonostante ciò, è evidente come lo stile Post Moderno sia il “leit motive” di tutta l’architettura presente nel film. La corte di fronte il Ministero dell’informazione è stata ispirata dal progetto del MOCA di Arata Isozaki a Los Angeles. Il MOCA è caratterizzato da monumentali spazi di grandi dimensioni e manufatti urbani sovradimensionati simili allo spazio di fronte il Ministero dell’informazione.

Attraverso l’uso dell’architettura Post Modernista, l’artificialità viene integrata come una sorta di sottotrama. L’appartamento della signora Lowry, rappresenta il suo stato sociale di ricchezza e di appartenenza ad una casta. Le scene sono state filmate presso il National Liberal Club, fondato da William Ewart Gladstone nel 1882, situato vicino l’edificio di Scotland Yard a Londra, una zona ricca e ben protetta della City. L’edificio è stato progettato da Alfred Waterhouse e completato nel 1887 con uno stile Neo Gotico. La stanza del Dott. Jaffe, dove Ida Lowry ottiene i suoi trattamenti estetici, trasuda di decadenza ed è stata girata nella casa di Lord Leighton, un artista e collezionista d’arte vittoriano stravagante ed eccentrico.  La sua casa a Holland Park è ora il Leighton House Museum e ospita una vasta selezione tra disegni e dipinti.

Nella scena in cui Sam visita la Signora Buttle, si nota la differenza tra la società aristocratica e la classe operaia. I moderni edifici di tipo popolare, vengono usati per descrivere le condizioni di vita della società operaia. Il cortile modernista che Sam attraversa prima di andare a casa della signora Buttle, è testimonianza di questa idea. Il cortile è abbandonato e abitato da bambini poveri. La forma architettonica di questi edifici, è ispirata alla Unitè de Habitation di Le Corbusier. Difatti la facciata in calcestruzzo è caratteristica sia degli appartamenti di Brazil che della Unitè de Habitation.

Come possiamo notare, l’architettura in questo film influenza lo stato d’animo delle riprese, ed è usata per esprimere idee cinematografiche. La scena del ristorante in cui Sam, Ida, la Signora Terrain e Shirley pranzano, è stata girata presso la Mentmore Towers, costruita tra il 1852 e il 1854 per la famiglia Rothschild a Buckinghamshire, progettato da Sir Joseph Paxton come revival dell’architettura Elisabettiana di fine ‘600, e per questo chiamata Giacobiana.

Le scene dell’appartamento di Sam, sono state girate a Marne-la-Vallèe in Francia, in un enorme complesso di appartamenti progettati da Ricardo Bofill, nel 1982. Un appartamento estremamente funzionale, dove tutto è automatizzato a tal punto che Sam diventa inetto a vivere quell’ambiente. Pane bruciato, caffè versato ecc…Allo stesso modo, l’enorme spazio in cui Sam viene lobotomizzato, raffigura la forza invadente della società industrializzata sulla psiche umana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *