Blog

Neri Oxman disegna una chaise longue usando la stampa 3D

La chaise longue, chiamata “Gemini”, disegnata dall’architetto, designer e professore al M.I.T. Neri Oxman, è composta da 44 differenti materiali stampati in 3D, dentro un involucro di legno che crea una poltrona con schienale reclinabile. Il design è composto da una serie di gomme sintetiche, come dei noduli, in varie sfumature di magenta, giallo e arancione, le quali sembrano emergere dalla struttura lignea. “Gemini” nasce dalla complessa e contraddittoria relazione tra gemelli, la sua geometria speculare, rappresenta la dualità che guida la loro natura, così come la miscela di materiali naturali e sintetici. L’interno della “Gemini” è fatta da una pelle stampata in 3D che usa tre differenti tipi di plastica e gomma, i quali creano 44 differenti composizioni. Ogni materiale ha la sua differente gamma di rigidezza e colore, ed è progettato per fungere da cuscino. Le  superfici curve della sedia,  tendono a riflettere e spandere il suono nella pelle 3D, la quale assorbendolo  crea un ambiente calmo e sereno. Il guscio esterno è fatto da una corazza di legno macinato e compattato, che segue perfettamente il contorno del corpo, con una profonda seduta, e una testa curva, che fa immergere l’utente in questo ambiente riposante e, contestualmente, aiuta a schermare i suoni esterni.
Questa è la versione “Alpha”, disegnata in collaborazione con il Professore W. Craig Carter, ed è in esposizione al “Le Laboratoire“, centro di arte e design a Parigi, la versione “Beta”, invece, verrà rilasciata nel mese di Settembre.
Carlo Gibiino

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *